Logo AIA FIGC Roma 1

Una squadra di atleti arbitri appartenenti alla sezione di Roma 1 alla prossima edizione della We Run Rome 2015. E’ la proposta arrivata dall’amministratore delegato di Atleticom, Camillo Franchi Scarselli, organizzatore della nota manifestazione podistica, in programma nella Capitale giovedì 31 dicembre 2015. L’invito è arrivato durante la Riunione Tecnica Obbligatoria di lunedì 16 novembre, dedicata proprio all’atletica e al marketing sportivo. Argomenti che hanno interessato i numerosi associati presenti. L’incontro, introdotto come di consueto dal presidente Roberto Bonardo è stato promosso grazie alla collaborazione dell’associato in forza alla CAN D, Paolo Massimo Maria Campogrande. Camillo Franchi Scarselli, che con l’Atleticom è attivo dal 2000 nell’organizzazione di eventi sportivi e nel supporto ad alcune Federazioni italiane (come il settore tecnico della Figc), ha spiegato agli associati come si organizza una grande manifestazione sportiva che, come nel caso della We Run Rome, può arrivare a coinvolgere fino a 10 mila atleti.

“Abbiamo la fortuna di organizzare questa gara”, ha spiegato Camillo Franchi Scarselli, “che è anche una grande festa”. Giunta alla quinta edizione la We Run Rome 2015 si caratterizza sia per il suggestivo percorso che, con partenza e arrivo alle ore 14 dalle Terme di Caracalla, costeggerà il Circo Massimo, attraverserà piazza Venezia, Piazza del Popolo, il Pincio, passerà intorno al Colosseo e molte altre strade esclusive per ogni runner. Due le gare, entrambe di 10 chilometri: quella competitiva, riservata agli atleti che fanno parte di società sportive affiliate alla Fidal (oppure in possesso della Run Card), e quella non competitiva, cui posso iscriversi tutti coloro che hanno un’età non inferiore a 16 anni. L’unicità della manifestazione è che si svolge il 31 dicembre, a poche ore dall’arrivo del nuovo anno. Gli organizzatori, infatti, allestiranno anche un villaggio dove atleti e accompagnatori potranno divertirsi anche nelle ore successive e festeggiare così l’arrivo del 2016. Tutti i partecipanti saranno dotati di una divisa gara arancione, che “colorerà” le strade di Roma.

“La mia presenza qui a Roma 1”, ha concluso Camillo Franchi Scarselli, “è dovuta al fatto che mi piacerebbe che la vostra sezione costruisse una squadra con cui partecipare alla manifestazione. Questo evento può essere propedeutico all’iniziativa dell’Aia Referee Run, che si concluderà a maggio a Porto San Giorgio. Possiamo pensare anche ad una classifica speciale”. Il presidente Roberto Bonardo nel sottolineare la validità dell’iniziativa ha spiegato che nel prossimo consiglio direttivo sarà affrontata la proposta e che saranno studiate iniziative per agevolare gli associati che vorranno aderire alla squadra. A guidare il team è stato designato il consigliere Pietro Bernardo, appassionato di running e che ha partecipato a numerose iniziative analoghe in Italia e all’estero. Antonio Ranalli