Logo AIA FIGC Roma 1

Sabato 14 dicembre, ore 08,30: dopo tutte le lezioni e le belle serate che dall’8 ottobre hanno reso più viva la Sezione, i responsabili del corso arbitri Antonello Aronne, Pietro Bernardo e Gianluca Perna preparano i lavori dell’esame conclusivo insieme ai 7 rappresentanti del CRA presieduti da Sergio Coppetelli, con Giuseppe Quaresima, Marco Alessandroni, Sandro Capri, Francesco Massini, Andrea Sorrentino e Cristiano Partuini; sembrerebbe un sabato come tutti gli altri, ma non per 50 ragazzi e ragazze che nel frattempo scalpitano per entrare nella loro nuova seconda casa.

Piuttosto semplice intuire il risultato tecnico degli esami, con un livello di preparazione molto alto – grazie ai docenti del corso e alle energie in esso profuse – che ci auguriamo possa tramutarsi in campo con altrettante manifestazioni di prontezza tecnica e atletica.

Ciò che però colpisce l’attenzione è senza dubbio l’atteggiamento dei veri protagonisti, ovvero i nuovi arbitri: è molto interessante vedere ragazzi e ragazze tra i 16 e i 24 anni che, spinti dalla passione per il calcio, sono entrati nel mondo arbitrale con le più svariate aspettative: particolarmente speciale è stata la testimonianza della neo-immessa Miriana Inchingolo, che si è avvicinata al mondo arbitrale quasi da neofita del calcio, visto che finora l’unico interesse era rivolto alla Nazionale Italiana, ma con un incoraggiamento molto speciale, quello di Luigi Nasca, arbitro CAN B della sezione di Bari e conterraneo di Miriana. “Con il corso è cambiato il mio atteggiamento verso uno sport che poco m’interessava in passato, ma che – sia per il coinvolgimento dei compagni di scuola, sia per la famiglia che l’ha ispirata ad intraprendere questa nuova avventura – mi sta insegnando finora un mondo di regole che non vedo l’ora di portare in campo con me, per realizzare un divertimento unico nel suo genere, da prendere in maniera seria, quasi come fosse un lavoro”.

Lascia quasi di stucco l’idea di arbitro che questa ragazza ha composto nei mesi del corso e di – seppur breve e parziale – vita sezionale: “L’arbitro per me è come un direttore d’orchestra, quasi come fosse la parte razionale del calcio, quella che deve sempre mettere le proprie qualità intellettive al servizio del gioco, con l’unico scopo di far bene allo sport e a se stessi”.

E quindi, non esiste uno spot migliore per l’Associazione della testimonianza di Miriana, se ancora oggi si continua a credere che per molti ragazzi il corso arbitro può essere molto formativo non solo nell’esperienza sul campo ma soprattutto nella vita; un’esperienza da consigliare a chi vuole coniugare l’amore per lo sport e il rispetto per i valori che esso promuove.

Diamo dunque il benvenuto a:

ALBANO EMILIO
ANGRISANI NICCOLO’
APARO LUCA
AVOLIO ANNA
BENINCAMPI ALESSANDRO MARIA
BRUNETTO SIMONE
BRUNORI LORENZO
BUCCI BIAGIO
BURBASSI LORENZO
CECI RANIER MARIA
CERBO MASSIMILIANO
CHIARELLO PIERFRANCESCO
COLANTONI ANDREA
COSTANTINI DAVIDE
FABRIZI FRANCESCO
FALASCA MATTEO
GASPARETTI JACOPO
GAZZOLA ANDREA
GENTILONI SILVERI CHICCO LEONARDO
GIORGETTI CRISTIAN
GUADAGNI LEONARDO
INCHINGOLO MIRIANA
LECCE ANTONIO
MAINELLA DANIELE
MAISTO FEDERICO
MANKARYOUS ABRAM NAN
MARZULLO ANGELO
MELFI STEFANO
MIGLIO DAVIDE
MISCIONE FEDERICO
MOCAVINI ALESSIO
MONDRAGON FABRIZIO
NAHUM DAVID BONDI
PALOMBI FABIO
PALOMBI MARCO
PARRAVANO ANGELO
PETROV SEBASTIAN
PEZZULLO LUIGI
PIZZOTTI LUCA
POZZAGLIA LORENZO
RAGHEB ABANOB
ROMITELLI MICHELE
RUGGERI ANDREA
SALVATI GRETA
SARDELLINI ALESSIO
SILVESTRO LUCIA
TOCCACIELI ALI
TRINCA IVAN
VACCA EDOARDO
VALENTI ALESSANDRO

Nunzio Grasso