Logo AIA FIGC Roma 1

Mentre le famiglie italiane si apprestano ad affrontare la settimana clou delle ferie estive, per gli arbitri e assistenti della CAN B non c’è stato un attimo di riposo; la stagione sta per iniziare e dunque il tempio di Sportilia ha accolto le nostre colonne romane della serie cadetta, ovvero “Mister 100 presenze” Maurizio Ciampi e il neo immesso Federico La Penna, integrato nell’organico del Commissario Domenico Messina, con Emidio Morganti e Marco Ivaldi in seguito all’ampliamento della rosa arbitrale con l’introduzione dei goal judges. Un raduno senza dubbio intenso, con gli ormai famosi (o famigerati, dipende dai punti di vista) test atletici ed i quiz di verifica regolamentare. Integrati da sedute d’allenamento e incontri in aula, e le consuete visite mediche di controllo, in cui – come si vede nella foto – Maurizio ha fatto da papà nei confronti di Federico, guidandolo in questo nuovo ambiente arbitrale dove il gap rispetto alla CAN Pro è nettamente ampio. Domenico Messina ha puntato l’attenzione di arbitri e assistenti sul concetto di squadra, parlando approfonditamente di alcuni aspetti come il rispetto (delle regole, dei colleghi, di se’ stessi e del campionato), il lavoro, la passione, la responsabilità (professionalità, consapevolezza del ruolo, esempio per gli altri). Chiaramente sono stati protagonisti a livello tecnico le direttive della Circolare n°1 2012-2013 e i filmati del Settore Tecnico commentati in aula; non sarà il primo e l’ultimo raduno per Ciampi e La Penna, infatti prima dell’inizio dei campionati la CAN B si ritroverà nuovamente a Coverciano, a fine mese, in occasione del consueto incontro con i vertici Federali. “Siate orgogliosi di voi stessi, ma sappiate – ha detto Messina – che far parte dell’elite dell’arbitraggio italiano vuol dire avere grandi responsabilità”. E siamo certi che “papà” Maurizio e il “piccolo” Federico sapranno mostrare tutto il loro bagaglio di esperienza e professionalità sui campi della serie Bwin. In bocca al lupo!!! Nunzio Grasso