Logo AIA FIGC Roma 1

LE PAGELLE
MERLONGHI 9: Il migliore in campo! Si sacrifica all’inizio in porta con buoni risultati anche se in un’occasione si fa trovare impreparato. Successivamente quando si trova a dover sostituire Santoro a centrocampo non fa rimpiangere le scelte del mister e lo ripaga con uno splendido gol! PERFETTO
STAZI 7,5: Arriva alle 18 in punto e il mister lo fa entrare dopo un buon riscaldamento. Si fa subito notare con una buona parata su calcio di punizione; per il resto normale amministrazione. SERENO
FILABOZZI (POLLETTO) 7: Gioca dall’inizio, non sembra soffrire l’emozione, mantiene la posizione e non fa rimpiangere di essere stato schierato. SEMPLICITA’
FOURNEAU 8,5: E’ lui che tiene in piedi la difesa, ora con anticipi straordinari, ora con colpi di testa stupendi; dà sicurezza alla difesa e non disdegna incursioni offensive soprattutto sui calci d’angolo. CAMPIONE
GRADILLO 8: La presenza di un Campione d’Italia si fa sentire: nulla di più che splendidi interventi in chiusura. Ottima intesa con l’altro centrale. FORMIDABILE
SCARFATO N. 8: Si sacrifica molto nel primo tempo in fase difensiva e nel secondo tempo in quella di impostazione. Non tira mai indietro la gamba e porta la sua esperienza a disposizione dei compagni. SICUREZZA
EVANGELISTA 7: Non riesce a far valere pienamente le sue qualità tecniche, vuoi perchè inizia a destra, vuoi perchè non riesce ad entrare pienamente in partita. Ma dà tutto e questo basta. OPEROSO
SANTORO 7,5: L’infortunio occorsogli al 40’ del primo tempo lo costringe ad uscire e la sua assenza si sente. Finchè è rimasto in campo ha subito l’apatia della squadra non riuscendo ad incidere nell’incontro. SFORTUNATO
MARINI 8: Un mese nessuno avrebbe scommesso un € sul fatto che avrebbe giocato la partita. Invece i suoi sacrifici lo hanno ripagato. Dà vita ad una prestazione tatticamente perfetta e strategicamente fondamentale. Ottima l’intesa con i suoi compagni e buona proposizione in attacco nel primo tempo. RINASCITA
MARIANI 8: Ancora una volta una straordinaria prestazione del Roberto Carlos di Ponte Bianco che non sbaglia nulla: contiene Ignatovic quando serve, lo attacca quando può, lo supera quanto basta. Una sicurezza per la squadra che può contare sullle sue sgroppate e i suoi dribbling. Guadagna molti falli tra cui la punizione da cui scaturisce il primo gol. INFURIATO
FRASCARELLI 8,5: E’ il capitano, il leader indiscusso, il genio tecnico, la magia. Pur non sfoderando una gran prestazione dal punto di vista atletico (ma nemmeno gli viene chiesto), fa si che molti palloni che gli passano tra i piedi si trasformino in oro, in primis quello del secondo gol, in cui spiazza completamente il portiere avversario. UNICO
PATRIGNANI 8: Fisicamente pronto, il ragazzo si propone in vario modo sul fronte offensivo. Bravo nel primo tempo, bravissimo nel secondo quando semina il panico nella difesa avversaria. CAVALLO PAZZO
DI STEFANO (ROCKY) 7: Entra quando il mister lo chiama in causa e lui si fa trovare pronto.Non fa polemica ma sinceramente avrebbe meritato qualcosa di più dopo le sue 63 presenze stagionali al polo. STACANOVISTA
DI VILIO 6,5: Entra nel momento peggiore e cioè quando la squadra avversaria tenta di riaprire la partita. Soffre un po’ gli avversari che lo puntano. DA RIVEDERE
GAMBINI 7: La scarsa condizione atletica non lo aiuta a fare una grande prestazione, anche se aiuta i compagni finchè rimane in campo a cavallo tra primo e secondo tempo. SFORZO
CICERONE 7: Non punge, non crea,non decide, ma lotta. Da un giocatore come lui tutti si aspettavano il gol che invece non è arrivato. ECLISSI
LA PENNA 7,5: A poche ore dalla partita sembrava dover non giocare, invece stringe i denti e fa sentire il suo peso tecnico in attacco dove fa buoni movimenti e cerca qualche tiro da lontano…..SERIETA’
LAVIOLA s.v: Entra nei minuti finali
ALBERT s.v: Va a ricoprire il ruolo di terzino destro nei minuti finali. UBER ALLES
TORTORA 10: Non sbaglia nulla preparando la partita nei minimi dettagli. I ragazzi credono in lui. SAGACE