Logo AIA FIGC Roma 1

Lo spettacolo delle Final Four di Coppa Italia Regionale Calcio a 5 non ha tradito le attese neanche quest’anno, con gli associati di Roma 1 che, ancora una volta, sono riusciti a dare lustro alla sezione più grande d’Italia. Grande successo sabato 5 e domenica 6 gennaio al PalaLavinium di Pomezia per uno degli appuntamenti più attesi della stagione.

Quella che sulla carta era la partita più delicata, Carbognano – Real Terracina, è stata affidata ai nostri associati Stefano Claretti (Arbitro 2) e Andrea Pulimeno (crono) i quali, insieme all’Arbitro di Roma 2 Leonardo Fallace, hanno tenuto saldamente in mano una gara caratterizzata da animi particolarmente accesi e da un numero impressionante di falli (ben 15 solo nel primo tempo). Alla fine a spuntarla è stato il Carbognano per 10-3.

La finale, che ha visto la sfida tra il Carbognano e l’Ecocity Cisterna, è stata diretta dal nostro associato Alessandro Mella, coadiuvato dall’Arbitro2 Ionut Cristea di Albano Laziale e dal crono Michele Romeo di Roma 2. Alessandro ha messo sin da subito la gara sui giusti binari, consentendo alle squadre il gioco tecnico delle quali sono capaci e smorzando sul nascere i possibili momenti di esuberanza. Quella che si è presentata agli occhi del pubblico del PalaLavinium di Pomezia è stata una partita squisitamente tecnica, senza eccessi emotivi e tenuta saldamente in mano dai direttori di gara che sono usciti meravigliosamente da una gara dal coefficiente di difficoltà ben superiore a un normale scontro in campionato. Al fischio finale gli applausi sono stati per il Carbognano, che ha prevalso nettamente per 7 a 3, ma soprattutto per gli arbitri, ancora una volta protagonisti silenti di queste fantastiche Final Four.

Ad applaudire Alessandro Mella tanti associati di Roma 1, e in particolare il presidente Roberto Bonardo e la coordinatrice per il calcio a 5 del Settore Tecnico dell’A.I.A, Francesca Muccardo, oltre al componente del comitato nazionale dell’A.I.A., Umberto Carbonari, e dai componenti del CRA Lazio per il calcio a 5, Catello Abagnale, Pietro Taranto e Giancarlo Lombardi, i quali hanno premiato con una targa la terna arbitrale.